MOC: Maestranze di Origine Controllata

postato in: EVENTI | 0

MOCUltimi appuntamenti per il cartellone culturale “Next Stop, Capitanata”, realizzato dalla Daunia Production e finanziato dalla Apulia Film Commission, che in questi mesi ha animato il Cineporto di Foggia grazie a eventi e manifestazioni che hanno visto una ottima presenza di pubblico.

Questo fine settimana, infatti, è in programma “M.O.C. – Maestranze di Origine Controllata”, una due giorni di proiezioni e dibattiti che avranno come protagonisti cortometraggi, documentari e videoclip realizzati da giovani cineasti foggiani. Si parte sabato 13, alle 20:00, con la proiezione de “La Luna è sveglia” di Lorenzo Sepalone, a seguire il documentario firmato da Giovanni Rinaldi su i “Canti della Passione”. Domenica 14, alle 18:00, si svolgerà un incontro tra le maestranze della Provincia di Foggia e a seguire la proiezione di corti e documentari firmati da Nicola Fierro (Good Boy, 2013), Niki dell’Anno (Progetto Patriarchi, 2014) e Marco Adabbo (Stripes, 2013).

Durante la serata, inoltre, si svolgerà una raccolta fondi destinata alla famiglia di Antonio Facenna, la giovane vittima dell’alluvione sul Gargano.

“Sono state settimane di grande soddisfazione – è il commento di Pierluigi del Carmine, titolare della Daunia Production -, durante le quali abbiamo potuto verificare la professionalità e il valore artistico che il nostro territorio è capace di esprimere, unitamente alla sensibilità dimostrata dal pubblico che ha sempre accolto con interesse e partecipazione gli eventi che si sono susseguiti. In particolare, questo ultimo appuntamento rappresenta appieno lo spirito che ha animato la nostra kermesse: dare un palcoscenico alla nostra provincia e alle sue migliori espressioni artistiche. Una manifestazione, va precisato, che non avremmo potuto organizzare senza il supporto fondamentale dell’Apulia Film Commission e del Cineporto di Foggia, i quali hanno creduto da subito nel progetto sostenendoci pienamente. La chiusura del nostro cartellone, infine, abbiamo deciso di dedicarla al Gargano e ai suoi cittadini, in particolare al giovane Antonio: un piccolo gesto per ricordare le vittime di una tragedia che, purtroppo, ci ha visto tutti inermi protagonisti”.

L’ingresso agli eventi è libero e gratuito.

PHOTOGALLERY EVENTO